#ComunicaCirco
workshop di social media storytelling per il circo

“#ComunicaCirco” è un’azione a cura di “Simone Pacini / fattiditeatro” promossa da Ass. Giocolieri e Dintorni, nel quadro delle attività di Quinta Parete e Quinta Parete > OPEN , progetti di sviluppo e coinvolgimento del pubblico di circo contemporaneo realizzati con il supporto della Compagnia San Paolo e del MIBACT. Il workshop viene realizzato presso e in collaborazione con festival di rilievo internazionale di circo contemporaneo.
Un laboratorio teorico/pratico gratuito di “social media storytelling” per vivere il festival in un modo speciale! I partecipanti vengono formati sull’utilizzo attivo dei social network (Facebook, Instagram Twitter, Vine, Storify) e diventeranno “social media reporter” dell’evento. Un’occasione divertente per conoscere meglio le nuove tecnologie e raccontare la propria esperienza in rete, utilizzando l’anima ludica e l’immediatezza dei social.

 



Calendario e programma tipo del workshop:

 Giorno 1

  • ore 11.00-13.00 aula: perché è importante fare storytelling con i social media;
  • ore 14.00-16.00 aula: alla ricerca dell’empatia: socializzare un evento dal vivo creando “engagement”;
  • dalle 17.00 incursioni 2.0 tra gli spettacoli del festival

Giorno 2

  • ore 11.00-13.00 aula: l’hashtag: uno strumento fondamentale per creare un nuovo rapporto fra imprese culturali e territorio;
  • ore 14.00-16.00 aula: analisi case studies
  • dalle 17.00 incursioni 2.0 tra gli spettacoli del festival


Giorno 3

  • ore 11.00-13.00 aula: tutoraggio e assistenza nella creazione degli ultimi post;
  • ore 14.00-16.00 aula: realizzazione e dinamizzazione Storify;
  • dalle 17.00 incursioni 2.0 tra gli spettacoli del festival

Il workshop avrà un numero massimo di 15 iscritti.
Oltre alla parte teorica, il gruppo parteciperà agli eventi del festival, usufruendo di ingressi gratis in caso di spettacoli a pagamento. Il workshop è rivolto a spettatori, studenti, blogger e operatori culturali.


Per prepararsi bene consigliamo di leggere questi due post:

Raccontare il teatro sui social media: impariamo dai musei!
Brand journalism e teatro: nuove opportunità?

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE AL LABORATORIO
La partecipazione è aperta a spettatori, studenti, blogger e operatori culturali. Non sono richieste conoscenze pregresse.

Requisiti richiesti:

  • età dai 14 ai 55 anni;
  • disponibilità per tutto il periodo del workshop;
  • propensione o curiosità verso l’uso attivo dei social media;
  • smartphone con connessione internet autonoma;
  • canale Instagram e/o Twitter attivo;
  • competenze di video editing (facoltativo);
  • utilizzo macchina fotografica professionale (facoltativo).

Per ricevere maggiori informazioni sul calendario de prossimi workshop e sulle modalità di adesione contattare jugglingmagazine@hotmail.com o telefonare al 340 6748826

 

graphic_recording_veronica_vitale_open_hub

Presentazione del tutor

Simone Pacini  (1981)

Da oltre 10 anni si occupa di comunicazione, formazione e organizzazione in ambito teatrale e culturale. Dopo la laurea frequenta il Master in Management per lo spettacolo alla SDA Bocconi di Milano. Dal 2006 al 2008 lavora per le Edizioni Ubulibri. Nel 2003 incontra l’associazione Carte Blanche di Volterra e da allora collabora alle attività della Compagnia della Fortezza e all’organizzazione del festival VolterraTeatro (Premio Rete Critica 2014 per la miglior strategia di comunicazione virale). Ha fondato nel 2004 Il Grido, rivista di cinema in seguito diventata portale web. È redattore della testata giornalistica teatrale on-line Krapp’s Last Post e membro di Rete Critica. Da anni “agitatore del web”, nel 2008 concepisce il brand fattiditeatro che si sviluppa trasversalmente imponendosi come forma di comunicazione teatrale 2.0. Alla fine del 2011 nascono due nuovi progetti: il bed & breakfast teatrale Giorni felici e il format #comunicateatro, workshop su teatro e comunicazione 2.0. Dal 2012 collabora col Teatro dei Venti di Modena in occasione del festival Trasparenze, come consulente e coordinatore dei laboratori della Konsulta, e con Urban Experience con la quale ha realizzato vari progetti. Nel 2013 è stato il blogger ufficiale del laboratorio itinerante #teatrosu2piedi promosso dal Teatro Metastasio di Prato e dalla Regione Toscana. Negli ultimi due anni è stato community manager per il progetto ECCì El Grito Christmas Circus promosso dalla Fondazione Musica per Roma, per lo spettacolo Il grande mago prodotto da Società per Attori, per il festival Testimonianze ricerca azioni di Genova, per l’uscita del film Short Skin regia Duccio Chiarini distribuito da Good Films. È stato docente, tra gli altri, per Università di Bari, Link Theatre e Federculture (Roma), Università di Milano. Come influencer e storyteller è stato coinvolto in progetti del Teatro alla Scala/Unicredit, della Regione Umbria e del Teatro Pubblico Pugliese. Da maggio 2014 compare nella lista dei 100 esperti di social media più influenti di Twitter stilata dal blogger e consulente 2.0 americano Evan Carmichael. Da circa un anno ha iniziato a realizzare progetti e tenere lezioni e workshop di Social Media Storytelling con, tra gli altri, FederGat per I Teatri del Sacro e il Teatro dell’Archivolto.